Seleziona una pagina
«Sospendere tutti i mercati per limitare al massimo gli spostamenti: soltanto con una chiusura totale potremo fermare il contagio»

Walter.Filagrana
Mar, 17/03/2020 – 17:07
Marco Fontanari, presidente sezione autonoma Rovereto e Vallagarina di Confcommercio Trentino: «Non vanificare la dolorosa chiusura delle attività, si esca di casa solo per necessità urgenti»






Meno di una settimana fa era stata proprio l’Unione Commercio e Turismo di Rovereto e Vallagarina a chiedere a gran voce, pubblicamente, la chiusura totale delle attività economiche del terziario, fatte salve quelle che garantiscono la fornitura dei generi alimentari e dei beni di prima necessità, cosa puntualmente avvenuta. Dopo diversi giorni di applicazione del decreto dell’11 marzo scorso, ora il presidente Marco Fontanari torna a far sentire la voce degli operatori del terziario lagarino: “Con tutto il rispetto per il lavoro ed i sacrifici quotidiani dei colleghi ambulanti, in questo momento chiediamo a tutti i cittadini, di ogni età e di ogni professione, di rispettare in maniera rigorosa le raccomandazioni ed i divieti imposti dalle autorità competenti: restare a casa, tutti indistintamente, tranne chi deve recarsi al lavoro (e sono tante le categorie di quelli da ringraziare, a cominciare dall’encomiabile personale sanitario) oppure uscire per motivi di salute o per necessità urgenti”.

Proprio su quest’ultimo punto arriva il nuovo appello: “La chiusura delle attività economiche del terziario, e non solo, ha rappresentato un sacrificio enorme per le centinaia di piccole e piccolissime imprese che costituiscono la spina dorsale del tessuto economico trentino e lagarino ma lo abbiamo accettato di buon grado, consapevoli che fosse l’unica via, consigliata dagli esperti sanitari ed adottata ora da quasi tutti i Paesi del mondo, per fermare la diffusione del coronavirus, finora rapidissima. Per questo, oggi, chiediamo alle Amministrazioni comunali, pur se ammessi dal DPCM dell’11 marzo 2020 “aperti alle sole attività dirette alla vendita di soli generi alimentari”, di sospendere con effetto immediato l‘effettuazione di tutti i mercati, quelli settimanali e quelli specializzati, che ancora a Rovereto ed in altri centri si stanno svolgendo in questi giorni.

“Rispettando sempre il lavoro di tutti – aggiunge Fontanari -, non ha alcun senso chiedere ai cittadini di non uscire di casa o, quando costretti a farlo da motivazioni di comprovata necessità, di recarsi negli esercizi più vicini per le proprie esigenze alimentari o per acquisti urgenti, e poi consentire l’effettuazione dei mercati, anche limitatamente alla parte alimentare. Chiudere tutti ora, stare a casa, per riaprire, tutti insieme, al più presto, una volta debellato questo virus così potente e micidiale”.

 

Powered by WPeMatico